Lunedì, 21 Maggio 2012 07:14

Papillon e arte: Veronese.

Written by 

Bentornati nell’angolo dedicato al Papillon nella storia dell’arte.

Questo mese vorrei parlarvi di un autore che, come il Caravaggio, amava particolarmente ritrarre la nostra razza del cuore: sto parlando di Paolo Caliari detto Il Veronese.

Siamo nella prima metà del 1500 nel pieno della “maniera Veneta” e il Veronese è il più grande esponente del periodo. Il suo utilizzo dei colori è un continuo evolversi fino ad arrivare ad effetti per l’epoca innovativi e spettacolari. La sua attenzione per il particolare architettonico e naturalistico è uno dei segni di riconoscimento della sua pittura.

Per potervi parlare di tutte le opere in cui il Veronese utilizza il Papillon ci vorrebbero ore, così ho deciso di raggrupparvi i dipinti in base al contesto e di illustrarvi nel dettaglio quello che più mi ha colpito. 
Possiamo iniziare dai ritratti  di famiglie in vista e  personaggi influenti, in cui il Papillon simboleggia la nobiltà, ma in cui eleva quasi i personaggi ad una sorta di regalità.

1551 Ritratto di Francesco Franceschini

Ritratto di Livia Colonna Dama Con Cagnolino

Presentazione della Famiglia Cuccina alla Madonna

Poi vi sono i dipinti in cui divinità vengono accompagnate da un Papillon:
 Nella storia di Susanna a simboleggiare la Fedeltà ai suoi valori come in Susanna e i Vecchioni.

E nel dipinto di Susanna al Bagno

In Mercurio Marte e Aglauro  a rappresentare la fedeltà di Erse invidiata dalla sorella Algauro perché Mercurio innamorato di lei.

La cena di Emmaus, in braccio al bambino di fronte il tavolo:

Per poi arrivare la contesto religioso (di nuovo, incredibile!) e a illustrarvi il dipinto che mi ha tolto il fiato e sollevato una marea di dubbi:
 L’annunciazione.



La cosa che mi ha subito colpito è la strana posizione in cui è il Papillon e il magnifico uso della luce che divide nettamente in due la scena.
 L’annunciazione qui rappresentata come nel vangelo secondo Luca dove, l’Arcangelo Gabriele viene inviato da Dio  a Nazareth per annunciare a Maria che concepirà il figlio di Dio. 
Il Veronese coglie la scena esatta in cui lo spirito Santo, rappresentato da un fascio di luce punta al cuore di Maria a sottolineare la purezza viene raffigurata anche una colomba alla base dell fascio di luce  sottolineando così la solennità del narrato.
 Maria la troviamo in un contesto domestico, come se fosse stata interrotta mentre si occupava di faccende di casa, mentre il Papillon alla sua destra è emblematico a mio punto di vista, (ho chiesto anche pareri in giro ma nessuno ha saputo aiutarmi), perché ok, il cane nell’arte sta a simboleggiare la nobiltà d’animo, la purezza e in questo caso l’affermazione che ci troviamo in un ambiente domestico, ma ciò che ancora non mi spiego  è quella sorta di atteggiamento ritroso che il cane ha nei confronti della scena che si svolge, sembra quasi dare le spalle a Maria e a Gabriele, come se il Veronese  volesse quasi suggerire  che lui stesso non crede realmente a quello che sta rappresentando … ancora non ho trovato riscontri a questa mia teoria ed è anche vero che da un artista come il Veronese mi aspetto di tutto dopo che ha raffigurato a Venezia un'ultima cena colma di buffoni e giullari (addirittura venendo indagato dal Vaticano), ma questo ci fa’ rendere anche conto quanto il Papillon in questo dipinto sia la chiave per la sua comprensione profonda.
 Come possiamo notare in tutti i dipinti del Veronese che vi ho illustrato il Papillon è sempre un soggetto bianco e rosso: credo che all’epoca fosse l’unico colore esitente, visto che anche nei dipinti degli autori che lo precedono ritroviamo le stesse caratteristiche. La cosa più curiosa che possiamo notare è che il Papillon qui rappresentato nell’annunciazione abbia la caratteristica fiamma che conosciamo anche ai giorni nostri.
 Non ho trovato notizie sul fatto che il Veronese fosse un proprietario di Papillon come Caravaggio, visto il suo continuo dipingerli… un altro mistero su questo autore!


Read 2025 times
Login to post comments
On line
Statistiche
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi272
mod_vvisit_counterIeri2311
mod_vvisit_counterIn settimana4656
mod_vvisit_counterScorsa settimana11503
mod_vvisit_counterNel mese55741
mod_vvisit_counterScorso mese83017
mod_vvisit_counterTotali2527162
no pet shop
Diciamo NO anche noi! Votaci su:

"Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato
con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001"